Le offerte più convenienti
Prenota gratis
Nessuna commissione

Il Neolitico

  • 1 (current)

Guarda gli Hotel nei dintorni che potrebbero essere interessanti per te

Scopri le Offerte relative a Il Neolitico

L'età  del rame (fine IV millennio-2.300 circa a.C.) segnò un  passaggio fondamentale per la vita dell'uomo preistorico: vennero introdotti nuovi strumenti e armi; si ebbe la necessità  di scambio e di spostamento alla ricerca di materie prime per le nuove produzioni.

Il neolitico, nel riminese  é testimoniato da manufatti ancora in pietra come la cuspide di freccia di Verucchio, da punte di freccia e da un martello-ascia forato dal territorio di Santarcangelo, e altri  rinvenimenti fatti a Covignano, S.Fortunato e S.Vito.

Ciascuna di queste età  sviluppò caratteristiche culturali peculiari, influenzate dai rapporti di scambio con genti diverse, dal progressivo prevalere del rito funerario dell'incinerazione, che subentrò a quello precedente dell'inumazione.

L'agricoltura e l'allevamento erano la base dell'Economia, ma esisteva ancora la caccia e la raccolta di frutti; si perfezionarono le tecniche di fusione e di lavorazione dei metalli, ma anche la lavorazione dell'osso e del corno.

Alla fase dell'età  del bronzo antico appartengono diversi oggetti metallici (pugnali, spilloni, asce, scalpelli, falci, fibule), ceramiche caratterizzate invece da una standardizzazione delle forme.

Pertinente al bronzo recente-finale é stato rinvenuto, a Riccione di fronte al vecchio Cimitero, un villaggio con pozzetti per lo scarico dei rifiuti, della stessa età  anche un villaggio individuato a Covignano , uno a Celle di Misano Adriatico. Tutti questi i rinvenimenti testimoniano nuclei sociali con una economia di tipo agricolo-pastorale, era praticata la transumanza.

Ad un buon popolamento di tutta la Romagna subentrò, nel bronzo finale un forte calo demografico. Testimonianze di questa fase sono i rinvenimenti di due ripostigli del riminese: il ripostiglio di Poggio Berni: scoperto nel 1936 a 'Casa Vecchia' in frazione di Camerano, con all'interno una sessantina di oggetti bronzei (armi, utensili di vario genere, ornamenti personali, pani di metallo grezzo); e il ripostiglio di Casalecchio trovato nel 1865, esso contiene armi, utensili, oggetti di ornamento, pani di metallo grezzo , il suo contenuto ha fatto ipotizzare l' appartenenza ad fonditore..

Bibliografia: Storia di Rimini di O. MARONI, M.L. STOPPIONI, Soc. Editrice Il Ponte Vecchio Cesena