Come Riminibeach.it sarà attiva nel salvataggio delle tartarughe

Ogni anno la Fondazione recupera dalle 50 alle 70 tartarughe. L’obiettivo è offrire a questi animali marini le cure necessarie per poterle poi liberare in mare e riportarle alla loro vita naturale. Ovviamente il costo per le cure e l’alimentazione possono variare in base alla durata del “ricovero” e alla tipologia di problema riscontrato.
Riminibeach.it si impegna a coprire le spese di queste cure per tutte le tartarughe recuperate nel corso del 2018, in particolare dal mese di Aprile a Settembre/Ottobre, periodo dove si concentrano i principali recuperi in mare.

Sensibilizzare attraverso iniziative locali sul problema “rischio estinzione” tartarughe

Il progetto si propone di coinvolgere alcune delle strutture alberghiere presenti sul portale Riminibeach.it.
 In particolar modo saranno proposti dei Format Educativi studiati per educare in maniera giocosa e divertente, famiglie con bambini ospiti degli stessi hotel. I format saranno presentati dal personale della Fondazione.
Gli hotel in questo potranno contribuire finanziando il progetto avendo altri benefit, grazie alla visibilità che verrà fornita grazie alle varie attività on line, spiegate successivamente.
Inoltre verranno create costanti iniziative che potranno avere risonanza durante la stagione estiva, come la liberazione delle tartarughe sulle spiagge della Riviera. In questo Riminibeach fornirà il suo supporto di visibilità on line

Creare attività “on line” che possano portare interesse sull’attività svolta dalla fondazione

Riminbeach.it che ogni anno ottiene oltre 500.000 visite nella stagione estiva, manterrà aggiornata i suoi utenti, con la sezione che stai navigando. Nel corso del tempo, sarà arricchita con le iniziative e comunicazioni sui salvataggi, l’andamento delle cure e rilasci in mare aperto.
Inoltre verrà installata una webcam in streaming che sarà posizionata su una delle vasche, per seguire l’andamento e il percorso di recupero di una delle tartarughe. L’idea sarà infatti seguire “la vita” di almeno una delle tartarughe e documentare tutto il percorso, dal momento del recupero al rilascio e addirittura a dopo il rilascio, per almeno 1 anno, attraverso un sistema GPS che tracci il tragitto in mare, monitorando il tutto on line ed in tempo reale.

Le altre decine di tartarughe salvate, saranno come seguite attraverso documentazioni fotografiche e comunicati frequenti, che mantengano l’attenzione sull’iniziativa nel suo insieme
L’iniziativa sarà promossa attraverso canali social, conferenze e comunicati stampa, ottenendo una sicura risposta da parte dei media locali e nazionali e da siti e blog internazionali che propongono iniziative simili.
In questo saranno sfruttate le competenze del personale che si occupa di Web Marketing all’interno della InternetSm, WebAgency che si occupa da 10 anni di promozione on line attraverso le più attuali e recente tecniche che la rete offre.

Si creerà una sorta di concorso on line per poter dare il proprio nome e poter partecipare dal vivo al rilascio della tartaruga.

Raccogliere dati sui percorsi marini delle tartarughe, che possano essere utili a scopo scientifico

Il progetto come sopra descritto, prevede l’installazione di un GPS sul carapace della tartaruga. Questo oltre a creare curiosità sulla iniziativa, attraverso la realizzazione di speciali mappe live, visualizzabili on line, potrà fornire dati interessanti per l’equipe di etologi che collaborano con la Fondazione, per comprendere sempre meglio, le preferenze e abitudini delle tartarughe dei nostri mari.

Come Riminibeach.it sarà attiva nel salvataggio delle tartarughe